Chi sono

Francesca Zampone GRIGIO

A 7 anni ero indecisa se fare l’archeologa o la giornalista, da grande.

A 25 anni sono entrata nel mondo aziendale con lo stesso spirito con cui andavo ai concerti post punk qualche anno prima.

Nel 2005 sono passata dalle Vendite alle Risorse Umane e ho fatto carriera fino a diventare il Responsabile Risorse Umane della mia casa discografica del cuore.
Tra il 2008 ed il 2009 ho girato per il mondo (da Miami alla Francia passando per l’Inghilterra) ad implementare come consulente progetti di risorse umane legati al Change Management e al Diversity Management. E’ in questa occasione che mi sono appassionata di Leadership al Femminile e che mi sono specializzata nel “Coaching del Talento al Femminile”.

Ho alle spalle più di 3500 ore di coaching individuale e dal 2007 ed oggi ho aiutato più di 2500 donne ad uscire dalla sofferenza amorosa sia in sessioni di gruppo che in percorsi individuali.

Nel 2011 ho co-fondato  Accademia della Felicità, una realtà che ha al centro le persone e i loro desideri.

Nel 2012 ho creato il Master in Coaching di Accademia della Felicità, che coordino e dove mi divido fra ore di aula ed ore di tutoraggio individuale, il Master è uno dei miei progetti di maggior successo: è ormai arrivato alla tredicesima edizione, spesso con le classi in overbooking rispetto al numero di posti disponibili.

Nel 2015 ho creato il percorso in aula ed online Diventa la ragazza che avresti sempre voluto essere che adesso viene promosso in tutta Italia da diverse formatrici (a proposito sei una formatrice e vorresti farlo anche tu? Mandami una mail!)

Nel 2017 ho creato il programma gratuito Cuori Agitati inserito nel mio nuovo progetto di coaching e di vita (All You Need Is) A Love Coach

Ho 46 anni, sono nata a Domodossola, in Piemonte, ma presto sono scappata a Londra e al mio ritorno ho vissuto al seguito del mio lavoro in giro per l’Italia. Dal 1998 vivo stabilmente a Milano, lavorando in tutta Italia.

Ho un compagno dal 1998, dentro c’è stata la vita: momenti molto felici, ma anche lutti, malattie, lunghe separazioni per lavoro, scelte di vita più o meno dolorose. Dopo quasi 20 anni posso dire con certezza che è ancora l’unico che mi fa ridere così tanto, l’unico che è forte fisicamente  ma assolutamente mite di carattere e che mi terrorizza appena alza la voce, l’unico con cui mi va di viaggiare lontano e per più di 3 giorni di seguito, l’unico con cui parlo ancora di musica e di cinema come una ragazzina. Non ci siamo mai sposati e quando abbiamo voluto entrambi dei figli era troppo tardi, ma posso dire che viviamo una relazione, nel complesso, molto soddisfacente.

Non potrei sopravvivere senza il caffè, i libri, penna e quaderno, ed il pensiero di Londra, dove  torno almeno una volta all’anno.

Alcuni dei post che penso possano esserti utili

I miei post essenziali, da leggere se vuoi conoscermi meglio