La borsa da donna come simbolo di potere

La borsa è l’oggetto-feticcio che più rappresenta noi donne. Più abbiamo una vita impegnativa da un punto di vista professionale e familiare, maggiori saranno le sue dimensioni: una sorta di casa portatile. Ricordi quella proverbiale di Mary Poppins? Molte donne, quando ottengono un successo in ambito lavorativo, “festeggiano” comprando una borsa nuova. Chi di noi non ha mai sognato una Vuitton originale?

Una donna senza la sua borsa si sente persa: in essa sono contenuti i suoi più reconditi segreti e sono custoditi i suoi tesori più preziosi. Ma la borsa è anche un pozzo senza fondo in cui gli oggetti scompaiono facendo perdere le loro tracce. Non trovi più le chiavi o il telefono? Guarda nella borsa!

La borsa della Regina Elisabetta: uno strumento di potere

Per darti il polso dell’importanza della borsa come strumento di potere, voglio raccontarti la storia della borsa della Regina Elisabetta. Si dice che, sin dai primi anni del suo regno, Sua Maestà non si separasse mai dalla sua borsa. Persino quando è stata incoronata, ha portato con sé la sua borsetta, che ha affidato temporaneamente a una dama di compagnia per impugnare la spada e lo scettro. Cosa ci sarà mai in quella borsa? Nessuno lo sa con certezza. Si vocifera che ci siano pochi oggetti, tra cui un fazzoletto di lino, un rossetto, un portacipria antico e dei biscotti per i suoi Corgi. E poi c’è un oggetto molto particolare che la Regina porta sempre con sé: un gancio di metallo a forma di S, come quelli dei macellai. A cosa serve? Pare che esistano delle vere regole di “etichetta reale” legate alla borsa della regina:

  •  Se la regina muove la borsa da sinistra a destra, vuol dire che vuole andar via;
  • Se la posa sul pavimento durante un banchetto, vuol dire che è stufa e non vede l’ora di andarsene;
  • Se la posa sul tavolo, resterà altri cinque minuti;
  • Se la tiene sul braccio sinistro, vuol dire che è a suo agio;
  • Ma se la appende al suo gancio a S, significa che si sta divertendo e che è sua intenzione trattenersi.

Questo è un esempio molto calzante di come la borsa possa avere un ruolo importante nei giochi di potere.

Un rito per attrarre denaro: il decluttering della borsa

Cosa c’è nelle borse delle donne? Di tutto: puoi trovarci vecchi scontrini, il biglietto del parcheggio di due settimane prima, una bottiglia d’acqua semivuota, le chiavi di casa di un familiare, i sacchetti per la popò del cane, una caramella per la gola attaccata alla fodera, un ombrello pieghevole in cattive condizioni, uno snack, gomme da masticare, la tessera punti del supermercato, il disinfettante per le mani, fazzoletti, trucco semidistrutto, penne che non scrivono, bustine di dolcificante. E si potrebbe continuare all’infinito.

Il risultato è che la borsa arriva a pesare una decina di chili e che, a furia di portare questo fardello, puoi avere dei problemi alla schiena. Non solo. Da un punto di vista del magnetismo, una borsa così conciata respinge i soldi: tu andresti in giro in un sacco dell’immondizia? Allo stesso modo nemmeno i soldi si sentirebbero accolti nella tua borsa strapiena di oggetti inutili. Quindi, la prima cosa da fare è svuotare la borsa da tutto ciò che è superfluo e lasciare solo l’essenziale.

Il mio consiglio è di fare ordine e pulizia nella borsa e nel portafoglio tutte le domeniche sera, in modo da essere pronta per la settimana che sta per iniziare.

Cosa dovrebbe esserci nella tua borsa? Ecco dei suggerimenti di massima:

  • Un portafoglio piccolo, in cui custodire anche i documenti, e un portamonete, perché è più comodo tenere separate le monete dalle banconote. Ma se ti trovi meglio, va benissimo un portafoglio più grande che abbia incorporato anche il portamonete;
  • Una pochette con i trucchi (blush e rossetto), specchietto e pettine;
  • Un pacchetto di fazzoletti;
  • Caramelle/chewing gum;
  • Un’altra pochette piccola per le emergenze (cerotti, assorbenti, fazzoletti umidificati, spilla da balia, tea tree oil, eccetera);
  • Se li usi, occhiali da vista nella loro custodia;
  • Se stai prendendo dei medicinali, un porta pillole;
  • Una busta trasparente in cui mettere contanti e ricevute;
  • Taccuino e penna per annotare gli acquisti;
  • Una bottiglietta d’acqua da 200 ml;
  • Le chiavi di casa e dell’auto, possibilmente attaccate a un portachiavi con luce;
  • Il cellulare, che metterai sempre nella stessa tasca;
  • Un ombrello o un cappello da pioggia;
  • Un gancio da borsa come quello della regina Elisabetta: non sai mai quando dovrai esercitare il tuo potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriverti alla mia newsletter?

Vuoi un assaggio gratuito di quello che posso fare per te e di quello che troverai in questo sito?
Iscriviti alla mia mailing list! E in regalo ricevi subito il mio corso Donne che amano troppo.

Stai tranquilla scrivo poco e solo per dirti cose utili e interessanti, ti aspetto!
Francesca

Sì, mi hai convinto

Per inviarti la mia newsletter ho bisogno del tuo consenso a utilizzare i dati che mi hai fornito. Ti chiedo di selezionare le opzioni che trovi qui sotto, che indicano le modalità in cui resteremo in contatto.

Puoi decidere di non ricevere più la mia newsletter in qualsiasi momento, disiscrivendoti grazie al link che troverai in ogni mail, oppure scrivendomi direttamente. Gestirò i tuoi dati con rispetto e attenzione. Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia privacy policy. Cliccando il bottone qui sotto, mi autorizzi ad utilizzare i tuoi dati secondo i termini che ho descritto. Grazie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi