Stai trascurando il tuo self-care? Fai attenzione a questi 4 segnali

È capitato a tutte di arrivare al venerdì e non vedere l’ora che cominci il weekend, per poter finalmente riposare e staccare un po’. Ti è mai successo di indagare più a fondo e di chiederti il motivo della tua stanchezza? Ci sono periodi in cui sei stravolta anche se, in apparenza, fai le stesse cose di sempre: il lavoro, gli impegni familiari e sociali, le incombenze varie da sbrigare. Forse il senso di stanchezza costante, che non passa mai del tutto, come se il weekend non bastasse per recuperare, dipende dal fatto che negli ultimi tempi — diciamo pure negli ultimi tre o quattro mesi — hai trascurato la cura di te. Quando parlo di self-care in questo contesto mi riferisco alle piccole azioni quotidiane che puoi dedicarti per metterti al centro della tua vita. Non si tratta di azioni fini a sé stesse: prenderti il tempo per le tue passioni, per dedicarti una coccola è un gesto che ti nutre. In questo modo puoi a tua volta dare. Sono come il carburante che ti serve per arrivare a raggiungere i tuoi obiettivi. Ci sono quattro segnali che possono indicare una mancanza di self-care e che è bene non sottovalutare.

Primo segnale: ti senti un impostore

Soffriamo tutte della sindrome dell’impostore in vari momenti della nostra vita. Sono quelle fasi in cui ci chiediamo se siamo davvero in grado di mantenere le nostre promesse e se, sul piano lavorativo, siamo capaci di fare il nostro lavoro nel modo in cui gli altri si aspettano da noi. Se ti senti un impostore, se hai la percezione di non essere o fare abbastanza forse hai bisogno di ri-centrarti sul tuo self-care. Prenderti cura di te passa anche dal riconoscere e neutralizzare un dialogo interiore negativo. Il fatto di sentirti un impostore implica che ti senti meno sicura di te. Da un punto di vista pratico, questa condizione si manifesta in modi diversi. Potresti:

  • Perderti delle scadenze o procrastinare delle consegne
  • Essere nervosa tutte le volte che devi andare al lavoro / presenziare a un meeting da remoto
  • Paragonarti ai tuoi colleghi o alle persone della tua cerchia professionale
  • Lavorare tutti i giorni più del dovuto.

Se riscontri questo primo segnale o una delle sue manifestazioni, fermati un momento e chiediti se hai dato abbastanza spazio al self-care negli ultimi mesi. In questo caso non pensare al self-care solo come azioni di cura, piccole o grandi, ma valuta anche se hai messo a tacere quella vocina saggia che cercava di comunicarti un malessere. Vai a fondo e ri-centrati su di te.

Secondo segnale: trascuri il tuo benessere fisico

Sapevi che l’eccesso di stress può manifestarti attraverso segnali fisici a cui di solito non prestiamo la minima attenzione? Una mia cliente, che aveva capelli bellissimi, nei periodi di stress lamentava di avere capelli spenti e sfibrati. I capelli sono un indicatore significativo perché il loro stato di salute rispecchia il modo in cui ti sei nutrita ultimamente — magari hai fatto pasti irregolari e frettolosi, preferendo cibo da asporto piuttosto che preparato da te — e anche la cura che hai dedicato a te stessa e al tuo corpo. Quello dei capelli è solo un esempio. Qual è il primo aspetto di self-care fisico che trascuri quando ti senti oberata di cose da fare? Qualche ipotesi, con le possibili conseguenze:

  • Salti gli allenamenti in palestra e quindi ti senti più gonfia e appesantita oppure hai qualche acciacco
  • Non dormi abbastanza e quindi ti senti sempre stanca, perdi il focus, sei meno lucida del solito
  • Smetti di truccarti e quindi ti senti meno sicura di te, hai solo voglia di nasconderti
  • Non ti prepari più i pasti da portare al lavoro e quindi mangi sempre fuori, inizi ad avere problemi di digestione, al lavoro sei distratta e provi un senso di sonnolenza dopo pranzo.

Come vedi, i gesti di self-care non sono dei frivoli capricci. Se cominci a toglierli dalla tua agenda, questo influirà negativamente anche sulla percezione che hai di te e, a lungo andare, intaccherà la tua autostima. Per questo motivo, re-introduci nella tua routine le azioni che hai sacrificato e inizia di nuovo a prenderti cura di te nel modo migliore che puoi.

Terzo segnale: è da tanto che non ti dedichi a una passione rinvigorente

Una delle attività di self-care per eccellenza, di quelle che mi ricaricano, è perdermi tra le pagine di un libro. Mi siedo sul mio divano verde, magari con una coperta e una tisana fumante. Mi lascio rapire dalla trama a tal punto che il tempo passa e, senza che me ne renda conto, sono volate via tre ore. Quando non riesco a ricordare da quanto non mi capita, per me è un segnale molto evidente che è da un po’ che non mi metto al primo posto nella mia vita. La lettura è la mia passione rinvigorente. Tu potresti essere più il tipo che si rigenera ballando, dipingendo, scrivendo, passando del tempo da sola o con gli amici o con la famiglia. Individua la tua passione e poi chiediti quand’è stata l’ultima volta che te la sei concessa. Se fai fatica a ricordare, forse hai smesso di considerare te stessa e il tuo benessere una priorità. Non rimandare a domani, recupera oggi stesso. Tu sei importante, non dimenticarlo.

Quarto segnale: hai perso di vista i tuoi obiettivi personali

Quando sei immersa nelle tante, troppe incombenze da portare a termine, potresti perdere di vista il tuo perché. Perché stai facendo tutta questa fatica? Per quale motivo ti ammazzi di lavoro, sacrifichi il tempo da dedicare alle tue passioni e ai tuoi affetti? Se non sai rispondere in modo immediato e chiaro, puoi riservarti un trattamento migliore di questo. Puoi stabilire meglio le tue priorità e rimettere te stessa in cima. Per capire se è questo il tuo caso, prova a rispondere a queste domande:

  • Quanti dei tuoi sogni hai realizzato?
  • Ti senti a tuo agio rispetto alle tue passioni o le consideri sciocche?
  • Sai dire quali sono i tuoi valori e cosa conta di più per te?
  • Ti senti sopraffatta dalle cose da fare?

Prenditi del tempo per rallentare e per rivedere i tuoi piani per il futuro. Non lasciare che le tue giornate trascorrano senza una direzione. Anche questa è un’azione di self-care.

So bene che quando devi dividerti tra la vita professionale e quella privata il tempo per il self-care sembra tempo sprecato. Non mi stancherò mai di ripetere che invece è proprio quel tempo che ti dà le energie per affrontare tutto il resto. Per questo motivo ti invito a prestare molta attenzione ai segnali: quando ti accorgi che stai tirando troppo la corda, ripristina il tempo per te stessa. Altrimenti, sul lungo periodo, lo stress e la stanchezza accumulati potrebbero sfociare nel burnout, mentre se ti prendi cura di te con costanza potrai restare focalizzata e produttiva.

E se hai bisogno di fare il punto della situazione e di rimetterti al centro della tua vita, potresti trovare molti spunti interessanti nel corso online Felice adesso, per ripensare il tuo presente e investire sul tuo futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriverti alla mia newsletter?

Vuoi un assaggio gratuito di quello che posso fare per te e di quello che troverai in questo sito?
Iscriviti alla mia mailing list! E in regalo ricevi subito il mio corso Donne che amano troppo.

Stai tranquilla scrivo poco e solo per dirti cose utili e interessanti, ti aspetto!
Francesca

Sì, mi hai convinto

Per inviarti la mia newsletter ho bisogno del tuo consenso a utilizzare i dati che mi hai fornito. Ti chiedo di selezionare le opzioni che trovi qui sotto, che indicano le modalità in cui resteremo in contatto.

Puoi decidere di non ricevere più la mia newsletter in qualsiasi momento, disiscrivendoti grazie al link che troverai in ogni mail, oppure scrivendomi direttamente. Gestirò i tuoi dati con rispetto e attenzione. Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia privacy policy. Cliccando il bottone qui sotto, mi autorizzi ad utilizzare i tuoi dati secondo i termini che ho descritto. Grazie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi