Allena la mentalità di abbondanza in 4 step

Chi di noi non ha mai sognato di diventare milionario e di potersi permettere tutto ciò che desidera, dal computer nuovo alla casa ideale? Magari sei una persona che tenta la fortuna giocando al Superenalotto, e questa ti sembra già un’azione ardita per nutrire la speranza di diventare ricca. La verità è che nessuna azione casuale ti farà diventare milionaria. Diverse ricerche hanno dimostrato come i milionari del mondo — industriali, rock star, attori famosi, atleti — sono accomunati da un unico fattore: il mindset, che potremmo quindi definire “mindset da milionario”. In cosa consiste? E come si fa a svilupparlo? Inizia da questi 4 step. Non posso garantirti che diventerai milionaria ma sono certa che riuscirai a migliorare il tuo rapporto con il denaro.

Primo step: sii consapevole del tuo mindset rispetto ai soldi

Quando vuoi affrontare un cambiamento, di qualunque tipo esso sia, parti sempre dalla consapevolezza, dall’analisi cioè della tua situazione attuale. Per quanto riguarda il tuo rapporto con il denaro, come lo definiresti, positivo o negativo? Le convinzioni limitanti sui soldi sono l’impedimento più grande alla nostra realizzazione economica. È un circolo, che può essere vizioso o virtuoso a seconda che le convinzioni siano limitanti o potenzianti. Il nostro pensiero influenza le nostre azioni e queste condizionano la nostra realtà, nel bene o nel male. Per sapere quali sono le tue convinzioni rispetto ai soldi, prova a rispondere a queste domande:

  • Hai paura che prima o poi resterai senza soldi?
  • Quali espressioni usi quando parli di soldi? Ad esempio, dici mai che “i soldi non crescono sugli alberi”?
  • Quali sono le emozioni che emergono quando pensi ai soldi: ansia o piacere?
  • Credi che le persone ricche siano insensibili e menefreghiste?
  • Pensi che per diventare ricchi bisogna lavorare duramente?
  • Credi che se avessi più soldi saresti più felice?

Fai attenzione alle emozioni che emergono quando rispondi a queste domande. Le risposte che ti suscitano emozioni positive o piacevoli sono quelle che indicano la presenza di convinzioni potenzianti. Al contrario, se provi disagio, invidia o ansia, sei di fronte a una convinzione limitante. Come puoi sostituire le convinzioni limitanti con quelle potenzianti? Vai allo step successivo.

Secondo step: potenzia le tue convinzioni sul denaro

Forse pensi che saresti più sicura di te se fossi ricca e famosa. In realtà è vero il contrario: se diventi più sicura di te, le persone intorno cominceranno a stimarti di più e, di conseguenza, a voler lavorare con te. Le persone con un mindset da milionario ritengono, infatti, che sia proprio la loro salda autostima a renderle come calamite che attirano la ricchezza. Se non ti senti meritevole di guadagnare, non raggiungerai il successo finanziario. Un modo efficace per sostituire le tue convinzioni limitanti con altre più utili alla tua crescita economica consiste nel ripetere delle affermazioni potenzianti. Eccone alcune:

  • Mi merito il successo e l’abbondanza
  • Sono capace di attrarre denaro senza sforzi
  • Il denaro e il successo sono sempre alla mia portata
  • Più do, più ricevo
  • Ci sono abbastanza risorse per tutti nel mondo.

Trova delle affermazioni che funzionino per te e ripetile mattina e sera, in modo da integrarle nel tuo sistema di credenze. Ci tengo a chiarire che le affermazioni positive non sono formule magiche, non cambierai il tuo mindset da un giorno all’altro, soprattutto se le tue convinzioni limitanti sono molto radicate. Tuttavia, funzioneranno come input positivo per iniziare a parlare a te stessa in modo costruttivo e instaurare un dialogo interiore più soddisfacente.

Terzo step: scegli di essere produttiva piuttosto che impegnata

Quanto sono produttive le tue giornate? Te lo chiedo perché molte persone confondono l’essere produttive con il fatto di avere una to-do list lunghissima. Le persone con un mindset da milionario, invece, prediligono la produttività mantenendo alta la concentrazione su pochi impegni giornalieri. Questo consente loro di conseguire gli obiettivi in modo progressivo e graduale. La produttività, infatti, aiuta a gestire meglio il tempo a propria disposizione e a incanalare le proprie risorse nella direzione giusta, in modo da generare risultati tangibili. Se passi le tue giornate cercando di sviluppare il dono dell’ubiquità per fare tutto ma poi alla fine non riesci a completare i lavori più importanti, sei indubbiamente molto impegnata ma forse poco produttiva. Una persona produttiva sa stabilire le proprie priorità, si concentra sui compiti realmente importanti avendo ben chiaro il suo obiettivo. Prova a fare uno switch dall’essere impegnata all’essere produttiva:

  • Fa’ in modo che i tuoi obiettivi siano chiari e definiti e non vaghi e fumosi
  • Non scrivere lunghissime to-do list ma una breve lista di priorità
  • Invece di fare tutto da sola, prova a delegare i compiti che possono essere svolti da altri
  • Impara a dire di no e smetti di dire di sì per compiacere gli altri
  • Dimentica il multitasking e concentra la tua attenzione su un compito alla volta.

Se durante le tue giornate piene di impegni ti sembra di perdere il focus, fatti questa domanda: in questo momento sono produttiva o solo troppo impegnata? Poi guarda la tua to-do list e depenna tutte le voci che non sono realmente urgenti e quelle che non ti fanno progredire verso i tuoi obiettivi.

Quarto step: dai più di quel che ricevi

Più dai, più ottieni. È una legge universale controintuitiva ma, se ci pensi bene, sono certa che ne avrai fatto esperienza più di una volta. Quando dai — per “dare” vale tutto: fare una donazione a un ente benefico o dare una mano a un amico in difficoltà, per esempio — sul lungo periodo ti ritorna almeno il doppio. Perché imparare a dare è un’attitudine che crea una mentalità di abbondanza fortissima. Potresti pensare che le persone ricche hanno accumulato la loro ricchezza con la parsimonia. In realtà la paura di dare — con la conseguente tendenza a prendere e a tenere tutto per sé — è sintomo di una mentalità di scarsità. Per dare non bisogna essere ricchi: si possono mettere a disposizione degli altri il proprio tempo, le proprie competenze, persino gesti semplici come inviare un messaggio solo per chiedere a una persona come sta. Per dare basta porsi una domanda: cosa posso fare per essere d’aiuto a quella persona? Se coltivi questo atteggiamento generoso, anche gli altri saranno propensi a dare nei tuoi confronti. Anzi, forse stai già ricevendo più di quanto dai. Prova a pensare alle tue giornate: quanto ricevi degli altri? Se fai fatica a riconoscere i gesti di generosità e gentilezza intorno a te, ti consiglio di tenere il sempre valido diario della gratitudine, utilissimo per rinsaldare la mentalità di abbondanza.

Per sviluppare un mindset da milionario ci vogliono sforzi, impegno, fiducia. Potrebbe addirittura essere un percorso che ti accompagna per tutta la vita. Io sono convinta che vale la pena iniziare subito per sentire che sei una persona che merita il meglio. Se hai bisogno di aiuto nella tua relazione con i soldi, da’ un’occhiata al corso online Donne e denaro. Contiene molti esercizi pratici e utili per migliorare l’aspetto economico e vivere senza sensi di colpa la vita che meriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriverti alla mia newsletter?

Vuoi un assaggio gratuito di quello che posso fare per te e di quello che troverai in questo sito?
Iscriviti alla mia mailing list! E in regalo ricevi subito il mio corso Donne che amano troppo.

Stai tranquilla scrivo poco e solo per dirti cose utili e interessanti, ti aspetto!
Francesca

Sì, mi hai convinto

Per inviarti la mia newsletter ho bisogno del tuo consenso a utilizzare i dati che mi hai fornito. Ti chiedo di selezionare le opzioni che trovi qui sotto, che indicano le modalità in cui resteremo in contatto.

Puoi decidere di non ricevere più la mia newsletter in qualsiasi momento, disiscrivendoti grazie al link che troverai in ogni mail, oppure scrivendomi direttamente. Gestirò i tuoi dati con rispetto e attenzione. Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia privacy policy. Cliccando il bottone qui sotto, mi autorizzi ad utilizzare i tuoi dati secondo i termini che ho descritto. Grazie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi