Come riconoscere i vampiri energetici e liberarti di loro

Capita a tutte, a un certo punto, di rendersi conto di avere nella propria vita un “vampiro energetico”. Il vampiro energetico è una persona che “succhia” la tua linfa vitale ogni volta che trascorrete del tempo assieme o che hai dei contatti con lei. Il suo compito è quello di farti sentire depressa o inadeguata, a seconda delle circostanze. Se raggiungi un traguardo a cui tieni, il vampiro cerca di minimizzare o di sgonfiare il tuo entusiasmo. Le vostre conversazioni sono sempre monopolizzate dai suoi problemi, con relativo carico di pesantezza e senso di oppressione.

Come individuare i vampiri energetici nella tua vita

Se sei in una fase di rinnovamento della tua vita, in cui vuoi eliminare ciò che non ti serve più, e tagliare i rami secchi che non danno più frutti, forse è il momento di liberarti di questi finti amici. Passa in rassegna tutte le tue relazioni e cerca di capire:

  • Chi ti fa sentire bene;
  • Chi sei sempre contenta di vedere e sentire;
  • Chi ti sostiene in ogni occasione;
  • Chi non ha paura di sognare e cerca di risolvere in modo costruttivo i propri problemi (anziché lamentarsi senza passare all’azione).

Poi fatti queste domande:

  • Quali sono le persone che mi fanno sentire sbagliata?
  • Quali sono quelle che non condividono o supportano i miei obiettivi?
  • Perché voglio essere loro amica?

Perché continuiamo ad essere amiche dei vampiri energetici

La risposta all’ultima domanda ti sorprenderà. Per ogni persona che puoi classificare come vampiro energetico, è molto probabile che la ragione per cui continui a frequentarla è che ti ostini a vedere il suo potenziale. Non importa quanto le sue lamentele siano invasive, non importa quanto le sue critiche ti facciano star male, tu stai aspettando che la sua parte migliore venga alla luce, che prima o poi si desti dal suo torpore e manifesti un sincero desiderio di rivoluzionare in meglio la sua vita.

Nel frattempo, però, nel relazionarti con quei presunti amici, continui a sentirti frustrata, ansiosa e ignorata. Abbiamo imparato che un buon amico, un amico vero, si vede nel momento del bisogno. E che amiche saremmo se abbandonassimo delle persone che sono – o ci sembrano – seriamente in difficoltà? Per questo motivo, ci preoccupiamo di essere una spalla perfetta su cui piangere, spesso arrivando a trascurare noi stesse e spegnendo la nostra “luce” interiore.

Come diventiamo vittime dei vampiri energetici

Molto spesso i vampiri energetici trovano le loro vittime quando queste stanno attraversando una fase difficile e negativa. Quando stiamo affrontando un periodo di down emotivo, infatti, siamo facili e inconsapevoli prede dei vampiri energetici. È più semplice cadere nella tentazione di autocommiserarsi, giudicare il prossimo e preoccuparsi di cose poco rilevanti quando incontriamo qualcun altro che si comporta nello stesso modo, anziché incoraggiarci a uscire dal nostro stato depressivo. In un momento di fragilità emotiva, più frequentiamo persone che hanno una scarsa opinione di sé e tendono a incolpare il mondo per i loro problemi, maggiori saranno le probabilità che seguiamo il loro esempio.

I vampiri energetici vogliono che tu sia come loro, che tu sia paralizzata dalla paura.

Come neutralizzare i vampiri energetici

Quando riesci a comprendere questo meccanismo, realizzi che quelle persone non sono davvero tue amiche. E allora inizi a riprenderti, e decidi che non t’importa ciò che gli altri pensano di te, e che l’unica cosa che conta è vivere una vita coerente con i tuoi valori, con la persona che sei. Quando sei pronta a fare un lavoro di potatura del superfluo, inizi a scavare profondamente dentro di te. Una fase importante è chiederti quali sono le persone che puoi davvero considerare amiche. Ecco allora che ti renderai conto che alcune persone non fanno altro che passare il tempo a lamentarsi e a giudicare gli altri. Quando ti liberi dei vampiri energetici, ritrovi la tua produttività, la tua autostima aumenta e inizi a vedere opportunità ovunque. La qualità della tua vita migliora notevolmente e tu ti senti molto più felice e positiva.

Come smascherare e scoraggiare i vampiri energetici

  • Dichiara subito le tue intenzioni. Nella vostra prossima conversazione potresti, ad esempio, dire: “oggi voglio parlare solo di pensieri positivi. Voglio che mi racconti tutto ciò che di bello sta succedendo nella tua vita. Raccontami i tuoi sogni e architettiamo una strategia per realizzarli”. So che può sembrare strano iniziare una conversazione con una simile dichiarazione d’intenti, ma ti assicuro che funziona. Quando il tuo vampiro inizia a lamentarsi, faglielo notare e cambia subito argomento. Se la persona che hai di fronte è una di quelle che vogliono parlare solo di pettegolezzi o criticare il prossimo, si sentirà scoperta e, poco alla volta, smetterà di chiamarti.
  • Continua a migliorare te stessa. Più passi in avanti fai nella tua crescita personale, maggiore sarà il numero delle persone negative che si allontaneranno da te. Le persone che, invece, saranno ispirate da te nonostante la loro tendenza al piagnisteo e alla depressione, resteranno al tuo fianco e il vostro rapporto cambierà in meglio. Ci sarà infatti spazio per il sostegno reciproco e per la crescita.

Abbiamo l’opportunità di rendere prezioso ogni secondo della nostra vita, iniziando dalle persone che frequentiamo. Circondati di persone positive e incoraggianti e la qualità della tua vita migliorerà all’istante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriverti alla mia newsletter?

Vuoi un assaggio gratuito di quello che posso fare per te e di quello che troverai in questo sito?
Iscriviti alla mia mailing list! E in regalo ricevi subito il mio corso Donne che amano troppo.

Stai tranquilla scrivo poco e solo per dirti cose utili e interessanti, ti aspetto!
Francesca

Sì, mi hai convinto

Per inviarti la mia newsletter ho bisogno del tuo consenso a utilizzare i dati che mi hai fornito. Ti chiedo di selezionare le opzioni che trovi qui sotto, che indicano le modalità in cui resteremo in contatto.

Puoi decidere di non ricevere più la mia newsletter in qualsiasi momento, disiscrivendoti grazie al link che troverai in ogni mail, oppure scrivendomi direttamente. Gestirò i tuoi dati con rispetto e attenzione. Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia privacy policy. Cliccando il bottone qui sotto, mi autorizzi ad utilizzare i tuoi dati secondo i termini che ho descritto. Grazie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi