Come evitare che lo stress lavorativo incida sul rapporto di coppia

Sai qual è la prima causa di separazione nelle relazioni? Forse pensi all’infedeltà, alla mancanza di intimità o ai problemi economici. Nulla di tutto questo. C’è un elemento che mette a dura prova anche le coppie più affiatate e solide: il lavoro. O, meglio, lo stress della persona che lavora troppo e che, come si diceva un tempo, “si porta il lavoro a casa”. È un problema di confini, quindi, quando quelli tra vita privata e professionale non sono ben definiti. Potresti pensare che è una prerogativa maschile. Invece, molto spesso sono le donne che non riescono a dire di no alle richieste di un capo esigente e credono che essere sempre a disposizione sia segno di lealtà e professionalità. Soprattutto, poi, in una realtà lavorativa da remoto, in cui si è sempre reperibili, stabilire quei confini è molto più difficile. Lo stress arriva a livelli preoccupanti e questo si ripercuote sulla relazione di coppia.

Come puoi capire se ti porti il lavoro a casa

Certo, sappiamo che il lavoro è una fetta importante della nostra giornata e che, soprattutto se hai un ruolo di responsabilità o se lavori in proprio, è inevitabile che le preoccupazioni professionali incidano anche sulla vita privata. Ma un conto è avere dei pensieri legati al lavoro anche quando non stai lavorando, un altro è che le questioni di lavoro intacchino la qualità della tua vita. Come fai a sapere se è questo il tuo caso? Potresti manifestare alcuni di questi “sintomi”:

  • Sei sempre focalizzata su questioni di lavoro anche nel tempo libero
  • Sei diventata meno empatica ed emotivamente fredda
  • Sei sull’orlo del burnout e fai fatica a dormire
  • Hai problemi in camera da letto
  • Non hai l’energia per fare cose piacevoli, come uscire per un appuntamento.

Come puoi migliorare la relazione quando sei stressata

Sul breve periodo, una situazione di questo tipo con un forte stress lavorativo si riflette sulla relazione con appuntamenti dimenticati o annullati, litigi e mancanza di comunicazione con il partner. Se la tua relazione è sana e forte, il tuo partner si mostrerà comprensivo e cercherà di farti aprire per capire cosa sta succedendo. Da parte tua, devi cercare di essere consapevole della fase che stai attraversando e identificare la fonte dello stress. Dovrai essere in grado di confidarti con il tuo partner per fargli comprendere cosa stai passando al lavoro e perché sei spesso nervosa o arrabbiata. È importante che si crei questa relazione di fiducia con la persona con cui condividi la tua vita. Per fare in modo che il tuo partner ti supporti, devi essere disposta a elaborare una strategia per migliorare la situazione e comunicarlo all’altro cosicché si tranquillizzi.

Come puoi bilanciare lavoro e vita privata

In molti casi, lo stress fa parte del lavoro, non te ne puoi liberare. Per questo motivo tu e il tuo partner dovete imparare a gestirne gli effetti all’interno del rapporto di coppia. È importante che impari a ragionare per compartimenti, così saprai circoscrivere lo stress e le preoccupazioni legati al lavoro al solo ambito lavorativo. Lo so che sono cose che si dicono sempre ma è fondamentale prenderti cura di te per decomprimere nella vita quotidiana. Quindi, parti proprio dalle basi: muoviti un po’ ogni giorno, non sacrificare ore di sonno e prenditi del tempo per fare qualcosa che ti nutre e ti fa stare bene.

Quanto devi scendere nei dettagli con il tuo partner quando gli parli dello stress che vivi al lavoro? Forse sei di quelle donne che pensano che, per non portarsi a casa il lavoro, basti semplicemente evitare di parlarne. Con il risultato che poi stai tutto il tempo a rimuginare e diventi assente nella relazione. Nascondere al tuo compagno di vita che hai dei problemi al lavoro o che stai passando un momento difficile non fa bene al vostro rapporto. Ti perdi l’occasione di creare un momento di connessione emotiva con lui. D’altro canto, anche lamentarti e sfogarti con il partner monopolizzando la conversazione e usandolo come valvola di sfogo, alla lunga porterà il partner ad allontanarsi, anche perché si sentirà incapace di aiutarti. Fagli sapere di cosa hai bisogno. “Vorrei un consiglio” o “devo liberarmi di questo peso” sono modi efficaci in cui puoi comunicare all’altro i tuoi bisogni e fare in modo che essi vengano accolti. Cerca di non essere sempre al centro dell’attenzione con i tuoi problemi al lavoro e il desiderio di sfogarti. Non dimenticarti di interessarti in modo sincero alla persona che ami e di chiedergli com’è andata la sua giornata. Sembra una cosa scontata ma, quando sei in fase di iper-stress, te ne dimentichi, perché esisti solo tu con i tuoi problemi. E il tuo partner lo avverte. Fagli sapere che, nonostante tutto, tu sei lì per lui, così come lui è pronto a supportare te. Questo rinsalderà ancora di più il vostro legame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi iscriverti alla mia newsletter?

Vuoi un assaggio gratuito di quello che posso fare per te e di quello che troverai in questo sito?
Iscriviti alla mia mailing list! E in regalo ricevi subito il mio corso Donne che amano troppo.

Stai tranquilla scrivo poco e solo per dirti cose utili e interessanti, ti aspetto!
Francesca

Sì, mi hai convinto

Per inviarti la mia newsletter ho bisogno del tuo consenso a utilizzare i dati che mi hai fornito. Ti chiedo di selezionare le opzioni che trovi qui sotto, che indicano le modalità in cui resteremo in contatto.

Puoi decidere di non ricevere più la mia newsletter in qualsiasi momento, disiscrivendoti grazie al link che troverai in ogni mail, oppure scrivendomi direttamente. Gestirò i tuoi dati con rispetto e attenzione. Se vuoi saperne di più, puoi leggere la mia privacy policy. Cliccando il bottone qui sotto, mi autorizzi ad utilizzare i tuoi dati secondo i termini che ho descritto. Grazie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi